19 Luglio 2019

Massofisioterapista

Il Massofisioterapista è una figura professionale istituita con la Legge 403/71 le cui competenze sono specificate nel DM 105/97. Con il DM 741/94 che istituisce la figura del Fisioterapista con laurea breve triennale, il Massofisioterapista divenne dapprima una figura sanitaria ausiliaria e successivamente dopo la Legge 43/2006 per il Ministero della Salute è diventato Operatore di Interesse Sanitario.
Nonostante in teoria dal 1999 la figura del Massofisioterapista non doveva più essere formato, ma dato che non è stata mai abolita la Legge 403/71 le regioni hanno continuato la formazione e i diplomati si sono inseriti nel mondo del lavoro, sia presso strutture pubbliche che private e sia in proprio.

Da anni c'è la continua lotta tra Fisioterapisti e Massofisioterapisti, i primi che vorrebbero l'esclusiva sulla riabilitazione, i secondi che vorrebbero il diritto al lavoro essendosi diplomati con una legge mai abrogata.

La legge Lorenzin, ovvero la 3/2018 ha istituito gli Albi delle Professioni Sanitarie ma di fatto lasciando da parte la figura del Massofisioterapista. Per cercare di salvare oltre 20.000 posti di lavoro, la Ministra Giulia Grillo ha firmato la Legge di Bilancio 145/2018 che ha creato un elenco speciale ad esaurimento nel multialbo dove collocare varie figure professionali tra cui il Massofisioterapista diplomatosi dopo il 1999 (mentre per chi si è diplomato prima di tale data è concessa l'equipollenza al Fisioterapista), ma se da un lato con l'abolizione dell'art. 1 della Legge 403/71 ha definitivamente chiuso la formazione del Massofisioterapista tranne per i corsi già approvati e/o in essere prima dell'entrata in vigore della suddetta Legge, ha messo come vincolo che per l'iscrizione all'elenco speciale ad esaurimento si debba aver lavorato almeno 36 mesi negli ultimi 10 anni anche non consecutivi, lasciando di fatto fuori tutti i diplomati dopo il 2015 e tutte le persone in corso di formazione. Dovevano uscire i decreti attuativi entro il 28/02/2019 per completare la legge ma dopo ben 120 giorni dalla scadenza tutto tace e se entro il 31/12/2019 non ci sarà la possibilità di iscriversi agli elenchi speciali ad esaurimento, oltre 20.000 persone rischiano di perdere il lavoro !!!

Il Massofisioterapista esegue riabilitazione ortopedica, massoterapia, linfodrenaggio manuale, utilizzo di elettromedicali solo dietro controllo e supervisione del medico (fisiatra o ortopedico) ma questo non vuol dire che il medico deve essere presente nelllo studio, bensì che stila una prescrizione sulla quale il Massofisioterapista deve operare e si deve poi relazionare con il medico che ha effettuato la diagnosi e stilato la prescrizione.

Il Massofisioterapista può invece effettuare trattamenti di tipo benessere in piena autonomia.

Purtroppo sia l'agenzia delle entrate che non permette di far detrarre le fatture stilate dal Massofisioterapista, sia le assicurazioni private che nella maggior parte dei casi accettano di rimborsare le fatture solo se la terapia è eseguita da un fisioterapista laureato, al momento la figura del Massofisioterapista vive una profonda crisi lavorativa.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]